Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

La profezia dello Sconfinamento

dicembre 17 @ 20:45 - 22:45

La profezia dello Sconfinamento, incontri con il formatore Marco Vincenzi

MAPPA DI UN PERCORSO

In questo testo raccogliamo alcuni spunti e materiali del lavoro che, circa ogni due mesi, teniamo come gruppo Spiritualità del C.N.C.A. presso la Comunità Betania a Marore di Parma.

Più volte ci siamo confrontati su ‘dove stavamo’ nel momento presente e abbiamo riletto le “lettere da…” scritte da CNCA in questi anni, dopo una serie di viaggi a Lampedusa, Tunisi, Atene, Ceuta.

Il punto di svolta è stata la lettura di un articolo di Raniero La Valle, “L’amore come risposta alla crisi”, nel quale scriveva: “L’amore come risposta alla crisi non è per me un’ipotesi, è la tesi della mia vita. […l’amore] deve essere qualcosa che ha a che fare con la struttura dell’esistenza e dell’essere. Ora, che ciò possa essere vero per la vita personale, per la vita singolare di ciascuno, molti sono disposti a crederlo, soprattutto in ambito cristiano. […] Ma che l’amore possa essere la struttura della vita pubblica, la risposta ai problemi della vita collettiva, il criterio della storia, questo non è creduto da nessuno”.

Sono nate una serie di domande che abbiamo fatte nostre e abbiamo sentito il bisogno di una parola laica per avere un punto di possibile risposta.

Gianni Tognoni ha accettato di passare una giornata con noi il 3 maggio 2018 e dal suo intenso intervento (Cogliere la sfida del nuovo che avanza) abbiamo tentato qualche altro passo in avanti, proposto nella seconda parte (Confini e sconfinamenti, Coscienze che respirano col mondo, Ancora domande e passi per ulteriori sconfinamenti).

Una appendice di approfondimento, Gesù profeta liminale, e alcune note su Gianni Tognoni chiudono il testo.

Mettiamo a disposizione la descrizione dell’itinerario che abbiamo fatto: dallo scambio fraterno alle domande, dalle domande all’ascolto di una voce altra. Dagli spunti che essa ci ha offerto è iniziato un nuovo confronto che interroga il nostro modo di porci dentro le questioni.

Quello che offriamo è una sorta di un quaderno di esercizi: l’urgenza che oggi sentiamo è che occorre riaprire l’orizzonte di una profezia di frontiera e far esercizio di una nuova sapienza delle prassi. Il punto di partenza è sempre provare a dire con chi, dove, come e con quale coscienza stiamo in questo oggi.

È questa una mappa rivolta a singoli e gruppi. A quanti in questa stagione di smarrimento generale ricercano un senso e un significato con l’atteggiamento umile di chi sa di dover tornare a imparare.

Una mappa per evocare, convocare, provocare. Un testo deludente per chi spera di trovarvi risposte o certezze.

Una bussola per orientarsi per chi invece vorrà trafficarlo, da solo e con altri, nel proprio territorio, disposto ad investirvi del tempo, per illuminare percorsi possibili, intuire orizzonti di significato, osare aperture inedite ad ulteriori sconfinamenti.

 

Le nostre domande

È possibile amare/sperare politicamente?

Quale speranza dentro la crisi?

Quali scelte “vocazionali” servono per mettere in moto le nostre vite per un’accoglienza della Parola che sia di speranza politica (memoria sovversiva, riserva escatologica)?

Quali domande possono essere oggi generatrici di speranza?

Cosa di nuovo sta accadendo e sta anticipando tracce di un possibile futuro (segni dei tempi)?

Dove si sofferma il nostro sguardo e dove “non vediamo” dentro le vicende che stiamo attraversando?

Come raccordare le quotidianità con un movimento più ampio che segni una trasformazione?

Come gruppo in che modo possiamo essere di sostegno ai germogli di speranza aperti al bene comune?

Come ricreare un tessuto collettivo di attenzione reciproca?

Quali parole trovare, quali linguaggi che, conservando il sapore della concretezza, della normalità, della fragilità, siano accessibili e immediati?

Dettagli

Data:
dicembre 17
Ora:
20:45 - 22:45

Luogo

Casa sul pozzo
Corso Bergamo 69
Lecco, 23900
+ Google Maps
Sito web:
http://www.comunitagaggio.it